13 ottobre inizio della Peregrinatio Mariae della copia della Madonna di Fatima

fatimaE’ quello del 13 ottobre per dare inizio alla Peregrinatio Mariae della copia della Madonna di Fatima, davanti alla quale ha pregato Papa Francesco in piazza S.Pietro il 13 maggio 2015 per prepararsi spiritualmente al centenario delle apparizioni di Fatima

Alle ore 15,30 arriverà nella basilica di S.Maria maggiore la statua.
E’ la prima basilica mariana al mondo, è quella più visitata da papa Francesco!
Ogni Sottosezione potrà organizzare intanto la mattinata con una visita a roma ad una basilica maggiore (S.Pietro,S.Giovanni o S.Paolo) e poi ritrovarsi al pomeriggio insieme per questo momento, nel quale saremo aiutati nella preghiera dal vescovo Mons. Salvatotore  Fisichella (Presidente del Comitato per l’anno santo della misericordia.).

Al termine, chi potrà, accompagneremo la Madonna nella parrocchia rimana di S.Luca (la parrocchia attuale di don Romano De Angelis) per l’inizio di queste “visite” della Mamma celeste ai suoi figli.
Tutti, se vogliamo, possiamo impegnarci ad accompagnare qualche sorella o fratello in difficoltà per  lucrare l’indulgenza plenaria.

TERREMOTO: DA PROTEZIONE CIVILE PRE-ALLERTA PER L’UNITALSI, PRONTI UOMINI E MEZZI PER IL TRASPORTO E L’ASSISTENZA DISABILI E ANZIANI

Diella, “non raccogliere cibo, attivati conti correnti per raccolta fondi”

“La nostra Associazione ha dato piena disponibilità al Dipartimento Nazionale di Protezione Civile (DNPC) per un primo impiego di risorse umane e di almeno 5 automezzi adibiti al trasporto di persone disabili. Presso il Deposito della Macroarea Centro del Settore UNITALSI Protezione Civile che si trova a Gualdo Tadino è stato preparato il camion adibito al trasporto merci in nostra dotazione, le attrezzature trasportabili (le tende e l’altro materiale della Colonna Mobile) e la squadra logistica che dovrà movimentarle in base alle eventuali disposizioni del Dipartimento. Attualmente siamo in uno stato di pre-allerta in attesa che vengano rilevate specifiche richieste che riguardano la nostra operatività legata all’assistenza alle popolazioni colpite in particolare anziani, malati e disabili”.

E’ quanto dichiara ANTONIO DIELLA, presidente nazionale UNITALSI che insieme ai consiglieri nazionali COSIMO CILLI eMARIA GISELLA MOLINA stanno monitorando minuto per minuto la situazione nelle zone terremotate. A tale scopo è stato attivato anche un indirizzo di posta elettronica al quale fare arrivare ogni tipo di segnalazione: fotografie, testi e video (comunicazione@unitalsi.it).

“Le Sezioni e le Sottosezioni coinvolte dal sisma- spiega DIELLA – in particolare del Lazio e delle Marche ci stanno facendo arrivare le prime richieste specifiche, mirate a rispondere a necessità altrettanto specifiche concertate con le Diocesi, i Parroci, i responsabili delle Associazioni e delle Istituzioni locali. E’ inutile ad esempio raccogliere e spedire ora generi alimentari, sarà più opportuno invece raccogliere altri tipi di beni come pannoloni, medicine e giocattoli, etc…”.
6201682916452ok760
“Sul sito internet dell’Associazione (www.unitalsi.it) – prosegue DIELLA – si possono trovare le indicazioni per aderire alla prima iniziativa di raccolta fondi realizzata dall’Associazione Nazionale Presidi del Lazio e dal “Progetto bambini UNITALSI”, finalizzata alla ricostruzione della scuola di Amatrice. Inoltre, per sostenere le nostre Sezioni interessate dal terremoto che si stanno adoperando per attività di supporto e sostegno alle popolazioni colpite procederemo anche ad una raccolta di fondi (Banca: Credito Valtellinese, IBAN: IT30 F052 1603 2290 0000 0096 004 indicando la causale: “Pro terremoto centro Italia”) che coinvolgerà da subito tutte le nostre realtà Sezionali e Sottosezionali e tutti i partecipanti ai nostri pellegrinaggi a Lourdes, Fatima, Loreto, Terra Santa (la raccolta di queste offerte, assolutamente libere, sarà effettuata durante i pellegrinaggi). Tali fondi saranno messi a disposizione dei Presidenti delle Sezioni interessate dal terremoto perché possano effettuare gli interventi più necessari in favore di ammalati, anziani, bambini”.

In questo momento – conclude DIELLA – non è necessario recarsi nelle zone terremotate. Per esperienza sappiamo quanto sia difficile la fase del post-emergenza che riguarda la nostra operatività, quando bisogna lavorare per ricostruire un tessuto umano dolorosamente devastato, quando bisogna occuparsi degli anziani, dei disabili, dei piccoli che si trovano a vivere nella situazione comunque difficile delle tendopoli e dei prefabbricati: allora ci saremo; potrà accadere a brevissimo o a distanza di giorni, ma quando ci chiameranno, ci saremo e chiederemo a tutti la disponibilità ad essere presenti per periodi prestabiliti”.

Queste le parole del Presidente Nazionale Antonio Diella

È il momento di far risplendere questo carisma, attraverso l’entusiasmo dei piccoli e la dedizione dei volontari, in un cammino di misericordia vera che regala speranza, gioia, sorriso.

Ripartiamo dal pellegrinaggio, ripartiamo da Lourdes, non perdiamo questa occasione ci sono ancora posti sul treno di Agosto!
Sapete qual’è la novità di quest’anno al Pellegrinaggio di Agosto…”il Pellegrinaggio”