800 ragazze e ragazzi da tutte le sezioni e sottosezioni italiane attendono Papa Francesco

Una delegazione dei giovani unitalsiani donerà al Pontefice un simbolo dell’Associazione.  “Tutta l’associazione sta vivendo la vigilia di questo pellegrinaggio con trepidazione – afferma Antonio Diella -. Abbiamo invitato i nostri giovani ad entrare nel cuore dell’Unitalsi per dare un cuore nuovo all’associazione e la loro risposta non si è fatta attendere. I giovani non possono e non devono rinunciare al sogno di costruire un nuovo cammino testimoniando a tutti noi, alla Chiesa e al mondo la bellezza di una fraternità inclusiva dove la diversità e le difficoltà diventano occasione per costruire insieme un’occasione di felicità”.
Papa Francesco celebrerà nella Santa Casa alle ore 9.45 poi seguirà L’Angelus in piazza e i saluti chiuderanno la giornata.
“La presenza del Santo Padre – dichiara Roberto Maurizio – è stata una grande sorpresa, di cui abbiamo saputo da poco e che ha suscitato nei ragazzi gioia e attesa. Incontrare il Papa in un luogo tanto caro alla nostra Associazione ci invita a rilanciare il nostro sogno di fare in modo che Loreto diventi un punto di incontro e di pellegrinaggio di tutti i giovani italiani con una particolare attenzione all’integrazione dei ragazzi e delle ragazze con disabilità”.

Nuova sede per la Sezione Romana Laziale

Sabato 24 Novembre, in occasione del Consiglio e dell’Assemblea di Sezione, sono stati mostrati ai partecipanti i nuovi locali che ospitano la sede della sezione Romana Laziale.
Al termine dell’incontro, Don Gianni Toni, ha benedetto la nuova sede.
Lasciamo Via Andrea Millevoi e ci trasferiamo in Via Degli Embrici 32
Restano confermati ed invariati tutti i contatti:
Tel. 06/51955963
Fax 06/51955964
E-mail romana.laziale@unitalsi.it

 

Terra Santa e Giordania dal 3 al 12 dicembre

Solo seguendo le orme di Gesù, si possono scoprire e capire le radici della fede cristiana e ci si avvicina di più a Gesù stesso.
“E disse loro: “Seguitemi,…”
(Matteo 4:19)

Un viaggio per riscoprire se stessi, tra luoghi di fede e luoghi di profonda bellezza
Un’esperienza che ha trasformato la vita di chi ci è stato un’esperienza spirituale, unica nel suo genere.

Questo il programma